Attrezzature

author
12 minutes, 24 seconds Read

aprile 2015

Avendo stabilito, negli ultimi 40 anni, di un’ottima reputazione per la produzione di economico ma di alta qualità audio gear, NAD ha recentemente guadagnato l’attenzione di appassionati con i loro Padroni, i modelli della Serie, la maggior parte di loro prezzo di un paio di migliaia di dollari-relativamente costoso per NAD modelli, ma non rispetto alla marcia da molte specialità-audio maker. E, come altri prodotti NAD, i modelli della serie Masters sono già diventati noti tra gli audiofili per fornire prestazioni e valore eccellenti, anche a prezzi più elevati.

NAD Masters Series M17

Uno dei nuovi membri della serie Masters è il processore audio surround M17 ($5499 USD), un campione di cui ho ricevuto per la revisione insieme all’amplificatore di potenza a sette canali M27. Questi e il preamplificatore DAC stereo M12 e l’amplificatore di potenza stereo M22 sono gli ultimi modelli della serie Masters introdotti nel 2014. M27 e M22 vantano cosmetici aggiornati e nuove topologie di amplificatori, i comandi touchscreen M17 e M12 dall’aspetto slick.

Descrizione

La serie Masters M17 sembra molto simile all’amplificatore di potenza multicanale M27 has ha la stessa custodia di alta qualità e resistente in alluminio spazzolato con pannelli neri a contrasto. A 17 “W x 6.1″ H x 15.1 ” D, la M17 è in realtà leggermente più grande della M27, e pesa un solido 24 libbre. Sembra diverso nell’avere solo otto prese d’aria quadrate sul pannello superiore alla dozzina di M27, e il pannello frontale di M17 aggiunge una singola manopola di controllo e un fantastico display touchscreen. In confronto al mio processore di riferimento Anthem Statement D2 surround-sound, con la sua miriade di piccoli pulsanti argentati e la cassa completamente nera, l’M17 è un’epitome di semplicità ed eleganza che non apparirebbe fuori luogo in uno spazio abitativo ultramoderno ben arredato. È uno dei processori surround più belli che abbia mai visto da molto tempo.

NAD Masters Series M17

La M17 ha praticamente tutte le caratteristiche che ci si potrebbe aspettare in un SSP di alta qualità, e alcuni che sono unici. Di nota è l’uso di NAD della sua costruzione di design modulare (MDC). L’M17 manca di qualsiasi elaborazione video; il suo circuito video è contenuto su una scheda MDC rimovibile che NAD sostituirà gratuitamente quando è disponibile la versione compatibile con HDMI 2.0, che supporterà video 4K e crittografia HDCP 2.2. L’M17 supporta tutti i più recenti formati audio multicanale ad alta risoluzione, ma sorprendentemente include solo Audyssey MultEQ XT invece del software di correzione della stanza più avanzato di Audyssey, MultEQ XT32. NAD include, tuttavia, la propria curva di risposta proprietaria, per fornire ciò che ritengono sia la risposta ideale in camera, oltre alla curva target standard di MultEQ XT. Curva di NAD si basa sulla ricerca in camera equalizzazione e preferenze ascoltatore fatto nel 1980 presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada, dove il palcoscenico! Rete ha campioni recensione di altoparlanti misurati. La curva NAD è stata sviluppata da Paul Barton, capo progettista della società sorella di NAD PSB Speakers, che è stato coinvolto nella ricerca presso l’NRC.

Un pulsante touch capacitivo sulla parte superiore del pannello frontale accende l’M17 o lo mette in modalità standby. L’ampio touchscreen è molto informativo, indicando gli ingressi audio e video attivi, la risoluzione video e la frequenza dei fotogrammi, la frequenza di campionamento e il numero di canali audio. Tuttavia, la maggior parte di queste informazioni viene visualizzata in un tipo molto piccolo che è illeggibile a qualsiasi distanza. Inoltre, desideravo che l’OSD utilizzato per la maggior parte della configurazione di M17 potesse essere visualizzato sul touchscreen.

NAD Masters Series M17

Sul pannello posteriore sono presenti sei ingressi HDMI e due uscite HDMI, due ingressi component-video e tre ingressi composite-video e uscite monitor component – e composite-video. Ci sono sette ingressi audio analogici, e quattro ciascuno di ingressi audio digitali coassiali e ottici. Le uscite del preamplificatore per tutti e sette i canali sono fornite su entrambi i jack RCA e XLR. Per ulteriori connettività e controllo, ci sono una porta RS-232 per compatibilità AMX e Creston, ingressi e uscite trigger IR e 12V e una porta Ethernet per la connessione alla LAN in modo che l’M17 possa essere controllato dall’app iOS (che non ho provato). Ci sono anche un cavo di alimentazione IEC rimovibile, una presa non commutata e un interruttore di alimentazione principale.

Mi sono sempre piaciuti i telefoni remoti di NAD e il telecomando di M17 è ben retroilluminato, con capacità di apprendimento e macro e una custodia in alluminio sottile e solida. Un telecomando più piccolo e semplice è previsto per il controllo della Zona 2.

Setup

Configurare M17 è stato facile. Una volta che ho utilizzato per la navigazione del menu, utilizzando prevalentemente i tasti freccia sinistra e destra, sono stato in grado di configurare le impostazioni della sorgente di accettare il segnale HDMI dal mio Oppo BDP-105 universale Blu-ray, e un altro per l’audio solo attraverso un ingresso digitale coassiale collegato al mio Bel Canto Design mLink USB converter, che riproduce i file audio digitali memorizzati sul mio computer portatile. Ho quindi collegato il microfono fornito al canale sinistro del primo ingresso analogico e utilizzato il sistema di menu per eseguire la calibrazione automatica di Audyssey.

NAD Masters Series M17

Gli altoparlanti erano il mio solito sistema a 5.1 canali composto da rete KEF R900 e centro R600C, e la tecnologia definitiva BP-8080ST circonda, il tutto guidato dal M27 amplificatore di potenza multicanale, così come un riferimento Paradigm Servo-15 v. 2 subwoofer. Per l’ascolto a due canali, ho usato un paio di DefTech Mythos ST-Ls. Il display video era un televisore al plasma Panasonic Viera TC-P60ST60.

Dopo un po ‘ di sperimentazione, ho scoperto che per l’ascolto a due canali preferivo il suono dell’M17 senza correzione della stanza o altre elaborazioni audio impegnate. Per le colonne sonore dei film, ho scoperto che il suono beneficiava di Audyssey MultEQ XT, ma preferivo la curva target di NAD curve aveva un suono leggermente più ricco e corposo rispetto alla curva Audyssey, che a volte suonava leggermente sottile.

Prestazioni

Non ho trovato la mancanza di elaborazione video di M17 come un problema. Il mio Oppo BDP-105 include l’eccezionale elaborazione video Qdeo di Marvell e tutto ciò di cui ho bisogno da un SSP è che passi il segnale video incontaminato di Oppo non adulterato al mio dispositivo di visualizzazione. Questo è esattamente ciò che ha fatto l’M17. Dischi Blu-ray, come Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith, sembrava spettacolare, il superdettagliato, trasferimento video ad alta definizione rendendo i dettagli in oggetti di sfondo facilmente visibili, e dando gli effetti CGI profondità e scala. Anche l’ultima stagione della serie AMC Breaking Bad è stata fantastica su BD. L’illuminazione interna era molto naturale, con un eccellente dettaglio delle ombre, anche se la serie-effettivamente girata su pellicola-può sembrare un po ‘ “digitale” a volte. Con The Dark Knight Rises, le differenze nella qualità dell’immagine tra le sequenze IMAX e le scene girate su pellicola standard 35mm erano facilmente evidenti attraverso l’M17. Le scene IMAX erano bellissime e meravigliosamente cinematografiche, le scene 35mm notevolmente più morbide, con dettagli meno fini.

Avendo confermato che il NAD non stava alterando la qualità dell’immagine dell’uscita video di Oppo, ho rivolto la mia attenzione al suono dell’M17. Come l’eccezionale amplificatore multicanale M27 di NAD, l’M17 aveva un suono eccezionalmente pulito e articolato, con immagini eccellenti. La colonna sonora senza perdita di Dolby TrueHD sul BD di Teenage Mutant Ninja Turtles è codificata con Dolby Atmos, ma anche nella mia configurazione a 5.1 canali, questo disco suonava fantastico attraverso l’M17. Durante la scena truck chase / avalanche, i dintorni erano notevolmente attivi, spesso con tanta energia proveniente da loro come dai diffusori principali. Il canale LFE è anche usato prodigiosamente in tutto. Anche se questa scena include alcuni SPLs estremamente alti, l’M17 è stato in grado di delineare ogni canale molto bene, creando un palcoscenico profondo e dimensionale. Più tardi, quando i TMNT combattono Shredder su un tetto, i tonfi viscerali dei colpi del corpo e il suono dei coltelli di Shredder che volano nell’aria e tintinnano contro altri oggetti metallici in più canali combinati con alcuni effetti surround creativi per fornire un campo sonoro davvero coinvolgente.

NAD Masters Series M17

All Is Lost si svolge lontano in mare, su una barca a vela danneggiata presidiata da un singolo marinaio anziano (Robert Redford). Il film non ha quasi dialoghi, ma il suo sound design è spettacolare. Le scene di tempesta – con venti ululanti, onde che si infrangono, pioggia battente e bassi fragorosi-sono impressionanti, ma le scene più tranquille erano ancora più coinvolgenti. Con i suoi sfondi estremamente silenziosi e il suono cristallino, l’M17 ha fornito un’esperienza uditiva avvolgente e realistica: i suoni dello scafo scricchiolante della barca a vela e le onde che lo lambivano mi davano una vivida sensazione di essere all’interno della cabina di una piccola nave.

L’M17 era anche un DAC e un preamplificatore molto capaci per l’ascolto di registrazioni stereo. Le canzoni eseguite da Meiko Kaji sulle colonne sonore di Kill Bill: Vol.1 e Vol.2 (16-bit/44.1 kHz FLAC, Maverick/Warner Bros.) suonava eccellente per le registrazioni fatte nei primi anni 1970. La voce di Kaji era straordinariamente pura in “The Flower of Carnage”, dal Vol.1 colonna sonora, ma aveva un po ‘più di corpo e peso nel meglio registrato” Urami-Bushi, ” da Vol.2. Il soundstage di “Urami-Bushi” era anche più ampio, più profondo e meglio definito, come dimostra l’eccellente riproduzione dell’M17. L’M17 è anche passato facilmente dalla voce sensuale e setosa di Nancy Sinatra in “Bang Bang (My Baby Shot Me Down)” allo strumentale altamente dettagliato di Tomoyasu Hotei “Battle Without Honor or Humanity”, senza impartire alcun carattere sonoro che potessi sentire.

NAD Masters Series M17

I download ad alta definizione dei primi album di Bruce Springsteen non sono classici audiofili, ma questi dischi non hanno mai suonato meglio, e hanno beneficiato del suono pulito e onesto dell’M17. “Thunder Road”, da Born to Run: 30th Anniversary Edition (24/96 FLAC, Columbia) suonava ancora un po ‘ piatto, come molti altri album pop/rock della metà degli anni 1970, ma la voce del Boss aveva una buona presenza. Sul più recente (1984) Born in the U. S. A. (24/96 FLAC, Columbia), il palcoscenico si espanse un po’, e la qualità superiore della registrazione era evidente: gli strumenti acustici in canzoni come” My Hometown ” avevano timbri più naturali.

Con registrazioni multicanale ad alta risoluzione, come Brothers in Arms: 20th Anniversary Edition dei Dire Straits (SACD/CD, Universal), l’M17 ha estratto da “So Far Away” uno dei miei brani preferiti un campo sonoro estremamente risoluto, dinamico e allo stesso tempo rilassato. Il mix di “Money for Nothing” è un po ‘ più ingannevole — i suoni sono uniformemente stroncati dai diffusori anteriori a quelli posteriori but ma il suono dell’M17 era molto trasparente in tutti i canali.

Confronto

Buono come l’M17, non era uguale al mio processore surround di riferimento, la dichiarazione originale di Anthem D2, che costava 7 7500 quando disponibile (la versione corrente, il D2v 3D, costa 9 9500). Sebbene il design di base di Anthem abbia ormai più di dieci anni, i suoi DAC e DSP di alta qualità rendono ancora il suo suono competitivo con i migliori SSP di oggi. Aggiungete a questo la correzione proprietaria Anthem Room (ARC) e l’elaborazione video VXP di alta qualità di Gennum (ora Sigma), e la dichiarazione D2 è ancora difficile da battere. Semplicemente suonava meglio del molto meno costoso M17 con registrazioni sia multi-che a due canali, anche se le differenze non erano grandi. I due modelli avevano livelli simili di recupero dei dettagli, ma il D2 generalmente metteva un po ‘ più di aria intorno agli strumenti e alle voci, e il suo suono era complessivamente più fluido.

Un confronto più equo è stato con il mio lettore Blu-ray universale di riferimento, l’Oppo BDP-105 ($1199), che ha eccellenti sezioni di DAC multicanale e preamplificatore. Utilizzando due dei chip DAC audio ES9018 Sabre32 Reference a 32 bit a otto canali di ESS Technology, compete molto al di sopra della sua classe di prezzo sia come componente sorgente che come SSP di base. Con le colonne sonore dei film, il suono multicanale corretto da Audyssey dell’M17 aveva il vantaggio, fornendo un suono più coerente in tutta l’audioband. Le scene di tempesta di All Is Lost erano più impattanti, con meno lacune nel suono da davanti a dietro e da sinistra a destra, e il campo sonoro a 360 gradi era più solido e contiguo in modi sottili ma evidenti.

Ma l’Oppo aveva il bordo con registrazioni a due canali inviati attraverso le sue uscite stereo dedicate. Con le voci, il suono chiaro dell’M17 era privo di grana e trasparente come quello del BDP-105, ma suonava più magro con gli strumenti with come il pianoforte in “Somebody’s Baby”, dal Solo Acoustic Vol di Jackson Browne.2 (16/44. 1 FLAC, all’interno). Attraverso l’Oppo, il pianoforte era più risonante e forte, riempiendo piacevolmente lo sfondo tranquillo. E mentre la voce di Willie Nelson sulla sua A tutte le ragazze . . . (16/44.1 FLAC, Columbia / Legacy) era abbastanza naturale attraverso l’Oppo o il NAD, il BDP-105 ha fatto un lavoro migliore nel lisciare la voce ravvicinata di Carrie Underwood in “Always On My Mind.”Sebbene l’Oppo suoni eccellente con registrazioni a due canali e non sia slouch con colonne sonore di film multicanale, il suo set di funzionalità è un po’ limitato rispetto a quello di un SSP a tutti gli effetti come l’M17 has ha pochi ingressi, connessioni XLR solo per le sue uscite stereo dedicate e manca di correzione della stanza. Questi sono tutti fattori che dovrebbero essere considerati prima di scegliere il BDP-105 come centro di controllo di un sistema audio multicanale su un SSP dedicato come il Masters Series M17.

Conclusione

Il processore audio surround M17 merita pienamente di essere incluso nella linea Masters Series ad alte prestazioni ma a prezzi ragionevoli di NAD. Offre tutte le funzionalità richieste da quasi tutti coloro che contemplano l’acquisto di un SSP moderno, con un suono impressionante da abbinare. È anche uno dei componenti A/V più attraenti nella memoria recente. Combinato con l’amplificatore di potenza a sette canali Master Series M27 di NAD-o, se è per questo, qualsiasi amplificatore di potenza di alta qualità-l’M17 dovrebbe fornire prestazioni eccellenti sia con registrazioni multicanale che stereo.

. . . Roger Kanno
[email protected]

Apparecchiature associate

  • Altoparlanti — KEF R900 (rete) e R600C (centro), Tecnologia definitiva BP-8080ST (circonda), riferimento Paradigm Servo-15 v. 2 subwoofer (2); Tecnologia definitiva Mythos ST-L (due canali di ascolto)
  • Amplificatori — Inno Istruzione M1, NAD Master Series di M27, Parasound Halo 31
  • A/V processore — Inno Dichiarazione D2
  • Fonti: Oppo BDP-105 universale Blu-ray player, Asus Aspire One 722 computer che esegue Windows 7 e foobar2000, Bel Canto Design mLink convertitore USB
  • Cavo — Analisi Più Solo di Cristallo Ovale interconnessioni e Nero Ovale 9 cavi per i diffusori, DH Labs Silver Sonic DV-75 digitale di interconnessione, AudioQuest Carbon USB cavo
  • cavi di Alimentazione, Essenziale Suono di Prodotti MusicCord-Pro ES
  • Condizionatori di potenza-Blue Circle Audio ha fatto pipì Al Sea Thingee, Zero Surge 1MOD15WI

NAD Masters Series M17 Processore audio surround
Prezzo: 5 5499 USD.
Garanzia: Tre anni di parti e manodopera.

NAD Electronics International
633 Granite Court
Pickering, Ontario L1W 3K1
Canada
Telefono: (905) 831-6555
Fax: (905) 837-6357

Sito web: www.nadelectronics.com

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.