Critical Corner- ” Cosa fai Meme?”: A Fair Use Analysis

author
6 minutes, 19 seconds Read

Nella mia prima notte a casa per le vacanze di primavera stavo uscendo con i miei fratelli e uno di loro ha tirato fuori un gioco che non avevo mai giocato prima chiamato “What Do You Meme?”Cercando di combinare il gameplay del popolare gioco di partito “Card’s Against Humanity”, con la sensazione di Internet di memi, “Cosa fai Meme?”è un gioco creato da Elliot Tebele, meglio conosciuto con il suo manico Instagram @ FuckJerry. Il gioco è molto semplice. Ci sono due tipi di carte: carte illustrate, che includono immagini associate a un meme popolare, e carte didascalie, che includono didascalie reali che Tebele ha pubblicato sul suo famoso account Instagram. Per ogni round, uno dei giocatori funge da giudice e sceglie una cartolina. Il resto dei giocatori poi presentare qualsiasi delle carte didascalia nelle loro mani che pensano che il giudice troverà il più divertente in relazione alla foto.

Mi sono divertito molto a giocare, ma mentre tornavo a casa la maledizione di essere uno studente di legge mi ha colpito e ho iniziato a pensare alle ramificazioni del copyright del gioco. Non ho potuto fare a meno di pensare a questo fatto che il copyright di ciascuna delle immagini utilizzate sulle carte nei giochi è probabilmente di proprietà di qualcuno diverso da Tebele. Quando sono tornato a casa ho cercato di vedere se c’erano informazioni sul fatto che la Tebele avesse concesso in licenza le immagini per il gioco, ma come mi aspettavo, non sono riuscito a trovare alcuna informazione di questa natura. Gli unici riferimenti al copyright sul sito Web per il gioco sono i diritti d’autore ottenuti dai creatori del gioco per testo, grafica e foto sulla scatola del gioco e sul sito web. Non è così sorprendente che queste informazioni non siano disponibili poiché i memi sono spesso utilizzati senza il permesso o addirittura l’attribuzione al proprietario del copyright nell’immagine. Tebele, e il collega magnate di Instagram Josh Ostrovsky, meglio conosciuto su Instagram come @ TheFatJewish, sono diventati famosi pubblicando memi con didascalie umoristiche, ma hanno anche ricevuto reazioni quando è diventato chiaro che il credito non veniva dato all’autore del contenuto che stavano usando. Il gioco è diventato abbastanza popolare dopo aver originariamente raccolto quasi $230,000 su Kickstarter da oltre 5,750 sostenitori, ed è ora disponibile sul proprio sito web in aggiunta a tre pacchetti di espansione.

Poiché non sono riuscito a trovare alcuna informazione riguardante la licenza delle immagini utilizzate nel gioco, mi ha fatto pensare: È possibile che un gioco di tale successo stia violando chiaramente la legge sul copyright, o forse, il gioco fa un “uso equo” delle immagini, in modo tale che il loro uso non costituisca violazione? Il resto di questo post sarà dedicato a condurre un’analisi rudimentale fair use dell’uso delle immagini in ” What Do You Meme?”nel tentativo di prevedere come un tribunale avrebbe gestito una potenziale causa di violazione del copyright in relazione al gioco.

Per condurre un’analisi del fair use, i tribunali utilizzano un test a quattro fattori in cui analizzano, 1) lo scopo e il carattere dell’uso, 2) la natura dell’opera protetta da copyright, 3) la quantità e la sostanzialità della porzione utilizzata e 4) l’effetto dell’uso sul mercato per l’opera originale. Nessun singolo fattore è determinante se un’opera è fair use, ma i tribunali sono liberi di concedere determinati fattori più o meno peso a seconda dei fatti del caso specifico.

  1. Lo scopo e il carattere dell’uso

In Campbell v. Acuff Rose, la Corte Suprema ha introdotto l’idea di uso trasformativo, che da allora è diventato l’elemento più importante di qualsiasi analisi fair use. La Corte ha dichiarato che l “analisi del primo fattore dovrebbe ruotare intorno se l” uso sufficientemente trasformato l “opera protetta da copyright dandogli una” nuova espressione, significato, o un messaggio.”Applicando questa analisi memi in generale, è possibile che l’aggiunta di una didascalia umoristica sufficientemente cambiato il significato o il messaggio di un’immagine per costituire fair use. Questa linea di ragionamento può essere estesa ulteriormente in relazione al gioco in quanto le immagini sono state trasformate da avere uno scopo artistico ad avere un ruolo nel gioco. Si potrebbe analogize per caso, Bill Graham Archivi v. Dorling Kindersley, in cui il Secondo Circuito ha trovato che l’uso di sette manifesti in un Grateful Dead coffee table book costituito il fair use come lo scopo dell’utilizzo fu trasformato da di natura artistica per essere utilizzato per la rappresentazione di un evento storico. Pertanto, l’uso delle immagini all’interno del formato del gioco potrebbe essere visto come sufficientemente trasformando il loro scopo per soddisfare il primo fattore di un’analisi del fair use.

  1. La natura dell’opera protetta da copyright

Questo fattore pesa su una constatazione di fair use in questo caso, poiché le opere protette da copyright sono immagini di natura artistica, che è il nucleo di ciò che il copyright è inteso a proteggere, piuttosto che opere di fatto o storiche, che generalmente ricevono meno protezione.

  1. La quantità e la sostanzialità della Porzione utilizzata

Sul suo volto, questo fattore peserebbe anche contro il fair use in quanto la totalità delle immagini protette da copyright viene utilizzata nel gioco. Tuttavia, i tribunali hanno consentito l’uso di un’opera protetta da copyright nella sua interezza se è necessario per raggiungere lo scopo trasformativo. In perfetto 10, Inc. v. Amazon.com, Inc., il Nono Circuito trovò che l’uso di Google dell’interezza di immagini protette da copyright era uso giusto perché le miniature furono usate per facilitare un database di ricerca di immagine, uno scopo trasformativo, e quello scopo richiese l’uso dell’intera immagine. In questo caso, il potenziale uso trasformativo, usando le immagini per un gioco, richiede che venga utilizzata l’intera immagine, e quindi questo fattore viene dato meno peso.

  1. Effetto sul mercato

L’ultimo fattore, l’effetto dell’uso sul mercato, è anche uno dei più difficili da analizzare. Il danno al mercato per l’opera originale non è generalmente sufficiente a pesare contro il fair use, ma piuttosto, i tribunali sono preoccupati se l’uso “usurperebbe” il mercato per l’opera protetta da copyright o, in alternativa, un mercato derivato che il creatore “in generale svilupperebbe o autorizzerebbe gli altri a sviluppare.”Pertanto, un tribunale in questo caso dovrebbe analizzare se l’uso delle immagini in questo gioco ha usurpato un potenziale mercato dai creatori originali delle immagini. Penso che questo sia il punto cruciale della disputa. Anche se queste immagini in questione sono su Internet e quindi il danno di questo gioco al loro mercato sembra minimo, c’è l’argomento che i creatori originali dovrebbero essere autorizzati ad avere il diritto di concedere in licenza l’uso delle loro immagini per l’uso in prodotti come “What DO You Meme?”

Dopo aver esaminato ogni fattore, sembra un argomento plausibile che, anche se le immagini utilizzate nel gioco non fossero concesse in licenza, la natura trasformativa del gioco costituirebbe un uso equo. Tuttavia, è anche possibile che il semplice utilizzo di queste immagini in un gioco non sarebbe abbastanza trasformativo per un tribunale per ritenerlo fair use o che l’uso infligge un danno troppo grande al mercato, e quindi l’uso sarebbe una violazione.

Campbell v. Acuff-Rose Music, Inc., 510 U. S. 569, 579 (1994).

Bill Graham Archives v. Dorling Kindersley Ltd., 448 F. 3d 605 (2d Cir. 2006).

David G. Savage, “La Corte Suprema potrebbe essere in procinto di legalizzare le scommesse sportive negli stati che lo vogliono” Los Angeles Times (Decemer 4, 2017), http://www.latimes.com/politics/la-na-pol-court-sports-betting-20171204-story.html

Lorelei Laird, ” I memi violano la legge sul copyright?”ABA Journal (settembre 2015), http://www.abajournal.com/magazine/article/do_memes_violate_copyright_law

Maya Kosoff,” Questo utente Instagram sta andando virale senza prendere nessuna delle sue foto, ” Business Insider (ottobre 6, 2014), http://www.businessinsider.com/these-instagram-users-are-going-viral-without-taking-any-of-their-own-pictures-2014-9

Perfetto 10, Inc. v. Amazon.com, Inc., 508 F. 3d 1146 (9 ° Cir. 2007)

https://whatdoyoumeme.com

https://whatdoyoumeme.com/pagine / termini

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.