LA MASTITE NEI GATTI

author
1 minute, 49 seconds Read

Durante la gravidanza insieme allo sviluppo dei feti/gattini è anche la stimolazione della ghiandola mammaria per produrre latte. Il latte è la fonte più importante di cibo per i gattini soprattutto nelle prime settimane della loro vita. Nelle prime ore della vita del gattino è importante per loro bere il latte materno chiamato colostro. Questo latte speciale contiene anticorpi necessari ai gattini per l’immunità contro possibili infezioni. Sfortunatamente, alcuni gatti sviluppano una condizione nota come mastite durante l’allattamento precoce o il periodo di allattamento tardivo. Questa condizione è caratterizzata da infiammazione della ghiandola mammaria.

La mastite può essere dovuta a diverse cause, tra cui un trauma, incluso il blocco del capezzolo che impedisce il normale flusso del latte e quindi causa la stagnazione del latte e in seguito potrebbe generare alcuni batteri, lesioni dai denti del gattino o un’eccessiva suzione o rosicchiare che potrebbero introdurre batteri nelle ferite aperte. In entrambi i casi, le tettarelle inizieranno a gonfiarsi e diventare dolorose da toccare con il rossore. La ghiandola mammaria nei casi più gravi si rompe dove è possibile notare una ferita aperta con formazione di pus.

Un caso simile è stato controllato e trattato nella clinica in cui il gatto ha appena partorito e sviluppa la condizione. La ghiandola mammaria si rompe lasciando buchi aperti dove il latte di cagliata passa attraverso il foro con una scarica purulenta. La ferita è stata pulita e suturata lasciando due aperture per lo scarico di uscire. La ferita è stata controllata e pulita ogni giorno e l’antibiotico è stato dato.

In alcuni casi lievi, applicare un impacco caldo e mettere il gatto in trattamento antibiotico aiuta a risolvere la condizione. Nei casi in cui la mastite è piuttosto grave, il gatto deve essere ricoverato in ospedale proprio come nel caso sopra menzionato.

Assicurati però che se il gatto viene trattato a casa che sarà in un ambiente pulito, ritagliare i capelli intorno alla ghiandola mammaria interessata aiuterà anche a mantenere la pulizia. Se il gatto madre non è in grado di prendersi cura dei gattini, i gattini devono essere nutriti a mano. Per prevenire il verificarsi di mastiti o per prevenire l’esacerbazione della condizione, assicurarsi che tutte le ghiandole mammarie vengano utilizzate dai gattini.

Dott. ssa Maria

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.