Patagonia Nano-Air® vs Nano Puff® Giacca: Un Confronto

author
9 minutes, 53 seconds Read

Patagonia Nano-Air® vs Nano Puff® Giacca: Un Confronto

Nella nostra ultima giacca di confronto, dove abbiamo guardato Montreal e di Montreaux cappotti per le donne da Marmotta, siamo passati attraverso una serie di dettagli che quei due modelli è venuto con e come si può meglio utilizzare quelle giacche per un’esperienza a tutto tondo nel freddo.

Bene, ora che l’inverno è così vicino, è il momento di guardare altre due giacche fatte per il freddo. Questa volta abbiamo scelto due giacche Patagonia, i disegni Nano Air® e Nano Puff®.

Queste sono due delle giacche Patagonia più popolari, rinomate per le loro prestazioni, isolamento e alta traspirabilità.

Lo scopo di oggi non è quello di stabilire quale di questi due disegni è superiore all’altro, ma piuttosto di guardare le loro differenze e somiglianze e determinare quale si dovrebbe scegliere a seconda dell’attività e delle condizioni meteorologiche in cui ci si troverà.

Abbiamo scelto Patagonia perché è uno dei migliori marchi nel mercato dell’abbigliamento outdoor e uno che abbiamo spesso descritto nelle nostre selezioni, confronti e recensioni (ad esempio, qui, qui e qui).

Oggi vedremo come le proprie giacche si confrontano tra loro. Cominciamo!

Contenuto:

  • 1. Patagonia-Il marchio
  • 2. La giacca Nano Air®
  • 3. La giacca Nano Puff®
  • 4. Nano Air ® vs. Nano Puff® – Qual è la differenza?
  • 5. Quale è meglio? Quale scegliere?

* Divulgazione: in qualità di socio Amazon, questo sito guadagna da acquisti qualificati (significato: potremmo guadagnare commissioni se acquisti prodotti consigliati/recensiti qui, seguendo i link mostrati qui). La disponibilità dei prodotti in questa pagina potrebbe cambiare in qualsiasi momento. Si prega di controllare i materiali, le caratteristiche, i colori e le dimensioni sui vari negozi (collegati in questa pagina) prima di acquistare, perché a volte i nostri articoli potrebbero contenere errori. Le immagini dei prodotti che vedete qui sono a scopo illustrativo.

Patagonia-Il marchio

Come è ormai tipico con i nostri confronti monomarca, inizieremo con una breve introduzione del marchio di scelta.

Patagonia è un marchio americano, fondato nel 1973 a Ventura, in California da Yvon Chouinard,un appassionato scalatore. Come marchio, Patagonia ha guadagnato una reputazione per gli attrezzi sportivi di alta qualità che si sono comportati eccezionalmente bene e l’abbigliamento che indossava comodamente.

La sua vasta gamma di prodotti comprende una varietà di diversi strati, livelli di prestazioni e attrezzature per esterni, con opzioni per tutti, indipendentemente dall’età o dal sesso.

In un articolo precedente, abbiamo discusso le ragioni della popolarità di Patagonia nonostante i suoi prezzi elevati, e mentre la qualità dei suoi prodotti è la ragione principale, la dedizione del marchio ai mezzi di produzione sostenibili è un altro fattore importante per i suoi fedeli clienti.

Patagonia mira a ridurre il suo impatto produttivo optando per materie prime riciclabili e materiali naturali di provenienza responsabile, come il cotone e in particolare il piumino e la lana.

La loro produzione è anche meticolosa al fine di garantire che i prodotti finiti siano di alta qualità e durino a lungo, riducendo così la necessità di produrre un numero eccessivo dello stesso design.

Con quello fuori strada, è il momento di iniziare con le giacche scelte di oggi, Nano Air è il primo.

La giacca Nano Air®

Caratteristiche di design e stile

Una giacca fatta sia per il calore e traspirabilità, pochi disegni là fuori eseguire come Nano Air. Lo scopo di Nano Air è quello di essere utilizzato in impostazioni attive, dove sarai esposto anche al freddo.

Partendo dall’alto, questa è una giacca senza cappuccio, che viene fornita con un collo alto che mantiene il collo protetto e impedisce al freddo e agli elementi di entrare dall’alto. C’è mentoniera sul colletto per evitare sfregamenti dalla cerniera centrale.

Si tratta di una cerniera a basso ingombro, con un lembo di tempesta che lo accompagna per aiutarlo a resistere meglio agli elementi.

 Giacca Nano Air da uomo Patagonia

Immagine: patagonia.com

Controlla su Patagonia.com: Versione uomo-Versione donna

Si tratta di una giacca di lunghezza regolare, che termina ai fianchi, e viene fornito con tre tasche esterne, due sui lati, che servono come spazio di archiviazione e tasche scaldamani e una sul lato sinistro del petto. Tutti e tre si chiudono con cerniere nascoste a basso ingombro.

Fino a questo punto, Nano Air è simile alla maggior parte delle giacche là fuori. Ciò che lo distingue esattamente è il suo tratto meccanico, particolarmente evidente sulle maniche.

Questo è fatto per rendere la giacca adatta molto meglio, così come per muoversi più facilmente come ci si sposta. Visto che questo è un design per l’abbigliamento attivo, entrambe queste qualità sono molto importanti, in particolare la sua capacità di adattarsi al movimento.

Il suo tessuto facciale è tessuto in uno stile a trama semplice, che è fatto per essere morbido, resistente e molto meglio a non pilling rispetto al design originale usato per essere.

I polsini delle maniche sono polsini a condizioni variabili resistenti agli strappi. Sono elastici e confortevoli, fornendo una vestibilità universale.

L’orlo è anche elasticizzato per adattarsi meglio e anche chiudere la giacca dagli elementi.

Questo è un design isolato, ovviamente, il cui isolamento lo distingue davvero, come discuteremo a breve.

È disponibile nelle versioni uomo e donna e si infila in tasca, pur essendo cucito Fair Trade Certified™.

Materiali

Si tratta di una giacca principalmente in poliestere, che viene fornita con un guscio in poliestere al 100%, di cui quasi l ‘ 87% proviene da contenuti riciclati. La sua trama semplice non solo aiuta per quanto riguarda l’elasticità e il comfort, ma rende anche il guscio molto più resistente all’abrasione e aiuta con traspirabilità.

Pur non essendo né antivento né impermeabile, Nano Air è resistente all’acqua grazie al suo rivestimento DWR.

Tuttavia, questo è un design inteso come strato intermedio quando si tratta di condizioni di bagnato, il che significa che dovrai fare affidamento su uno strato impermeabile per mantenere tutto asciutto dall’esterno.

Passando alla parte più importante, l’isolamento. 60-g Full Range® insulation, che ora proviene da 40% di contenuto riciclato, è ciò che rende Nano Air diverso dalla maggior parte delle giacche nella sua stessa categoria.

Si tratta di un isolamento elastico a quattro vie, con un alto livello di traspirabilità e un ottimo isolamento.

Queste due qualità creano un equilibrio quasi perfetto tra calore e traspirabilità, senza permettere alla giacca di riscaldarsi o raffreddarsi eccessivamente. Anche tutti i materiali utilizzati sono certificati bluesign®.

La giacca Nano Puff®

Caratteristiche di design e stile

Questa è la seconda volta che confrontiamo Nano Puff con un’altra giacca con prestazioni simili.

Nano Puff è un design realizzato per il freddo e le condizioni di asciutto. Viene fornito senza cappuccio, ma ha un colletto alto con mentoniera per proteggere dalla cerniera.

Si tratta di una giacca di lunghezza regolare in una forma scolpita, che lo rende indossare comodamente al freddo, indipendentemente se si spendono 1 ora o un giorno intero all’aperto.

Giacca Nano Puff da uomo Patagonia

Immagine: pinterest.com

Versione uomo, Check it out su: Amazon DE-Amazon UK-Amazon US-Amazon ES-Amazon FR-Amazon IT-Amazon CA

Versione donna, Check it out su: Amazon DE-Amazon UK-Amazon US-Amazon ES-Amazon FR – Amazon IT-Amazon CA

Ci sono due tasche scaldamani sui lati con chiusure a cerniera e una tasca interna sul petto che è sia per riporre oggetti di valore, come un telefono o un portafoglio, sia per riempire la giacca quando non in uso.

Come Nano Air, questo design è anche Fair Trade Certified™ e viene fornito con polsini elasticizzati per una migliore vestibilità e per chiudere la giacca dagli elementi. Ulteriore aiuto in questo senso è l’orlo drop-tail, che non solo fornisce una migliore copertura, ma si adatta anche con un cordino che sigilla il calore all’interno della giacca.

Il suo ripstop shell e fodera interna rendono questa giacca abbastanza comodo da indossare e anche aiutare con l’assorbimento di umidità, mentre l’aggiunta alla sua capacità di isolamento pure.

È disponibile in un modello trapuntato in mattoni ed è disponibile sia per uomo che per donna.

Materiali

Nano Puff è una giacca 100% poliestere realizzata al 100% con contenuto riciclato. È foderato all’interno per fornire ulteriore isolamento e intimità, mentre all’esterno è rivestito con una finitura DWR che aiuta a respingere l’acqua.

Detto questo, questo non è un design adatto per un’esposizione prolungata a condizioni di bagnato in quanto si bagnerà alla fine.

Tuttavia, anche se si bagna, continuerà a fornire un ottimo isolamento grazie al PrimaLoft ® Gold Insulation Eco, che è il secondo classificato per l’isolamento più performante.

A differenza dell’isolamento standard in oro, Eco proviene dal 55% di poliestere riciclato. Abbiamo discusso in modo approfondito l’isolamento PrimaLoft in numerosi confronti e recensioni (ad esempio, qui e qui), in quanto è il miglior isolamento fino ad oggi in termini di mantenimento del calore nelle peggiori condizioni.

Il tessuto utilizzato in questa giacca è certificato bluesign®.

Nano Air ® vs. Nano Puff® – Qual è la differenza?

A destra fuori del blocco, visivamente queste due giacche sono diversi nella loro trapuntatura e vestibilità complessiva. Tuttavia, sono entrambi senza cappuccio, di lunghezza simile e isolati, quindi passeremo attraverso le differenze separatamente.

Isolamento e comfort

Entrambi sono giacche che si comportano abbastanza bene per quanto riguarda il mantenimento del calore e l’isolamento, ma, naturalmente, ci sono differenze tra i due.

Mentre Nano Air è più orientato all’attività, Nano Puff è più orientato all’isolamento, rendendolo così una giacca molto più calda. Se vuoi stare al caldo in attività abbastanza stazionarie all’aperto, Nano Puff è un’opzione migliore perché PrimaLoft Gold fornisce un calore eccezionale.

Nano Air funziona perfettamente come strato intermedio e il suo comfort è lodevole.

Questo non vuol dire che Nano Puff non indossi comodamente, ma il design di Nano Air è fatto per muoversi con il corpo e come tale è una giacca più “dinamica” di per sé, in particolare per la sua elasticità.

Tuttavia, cut-saggio, Nano Puff potrebbe potenzialmente adattarsi meglio sulla maggior parte dei corpi in quanto è leggermente più grande nel taglio.

Resistenza agli agenti atmosferici e traspirabilità

Per quanto riguarda la resistenza agli agenti atmosferici, nessuno di essi è adatto per condizioni di bagnato, come accennato in precedenza.

Detto questo, Nano Puff avrebbe prestazioni migliori perché il suo guscio è antivento e tessuto molto più strettamente rispetto al guscio di Nano Air. Entrambi sono resistenti all’acqua, tuttavia, ma questo andrà solo così lontano.

Se bagnato, entrambi continueranno a fornire isolamento, ma è difficile eguagliare la capacità di PrimaLoft Gold Eco di trattenere il 98% del suo calore anche quando è bagnato, motivo per cui Nano Puff ha il sopravvento in condizioni di bagnato.

Quando si tratta di traspirabilità, la differenza nel loro nome lo dà via. Nano Air è incredibilmente traspirante ed è un’ottima giacca per coloro che cercano di indossare uno strato intermedio che fornisce calore senza surriscaldarsi e causando un’eccessiva sudorazione.

Nano Puff non è adatto se stai cercando di rimanere attivo mentre lo indossi perché non respira bene e nonostante la sua capacità di assorbimento dell’umidità, sarà difficile per lui tenere il passo.

man hiking in snow

Compressibilità e prezzo

Entrambe le giacche sono comprimibili, ma Nano Puff è migliore anche in questo senso, grazie alla forma di PrimaLoft Gold Eco e all’elevata compressibilità che rendono più facile riempire la giacca in dimensioni molto ridotte.

Infine, in termini di prezzo, Nano Air in genere vende al dettaglio per un prezzo superiore a Nano Puff, ma nessuno dei due sono le opzioni più convenienti.

Di solito una giacca Nano Air costa circa $250, mentre le versioni con cappuccio sono più costose di quelle. Nano Puff, d’altra parte, costa circa $200.

Quale è meglio? Quale scegliere?

Nel complesso, se stai cercando un’opzione da indossare mentre sei attivo, Nano Air è la migliore delle due opzioni. Il suo isolamento è ottimo, respira eccezionalmente bene ed è estremamente confortevole.

D’altra parte, Nano Puff è più adatto per coloro che vogliono una giacca in grado di resistere al freddo, a condizione che non si stia cercando di muoversi troppo mentre lo si indossa poiché la sua bassa traspirabilità può rivelarsi un problema.

Dal punto di vista del prezzo, Nano Puff è anche il più conveniente, si comprime meglio e ha una migliore resistenza al vento e una migliore resistenza agli agenti atmosferici.

Ma, in termini di versatilità, andremmo sicuramente con Nano Air poiché alcuni dei suoi “inconvenienti” possono essere risolti semplicemente indossando un guscio impermeabile.

Speriamo che tu abbia trovato utile questo confronto e che ora hai un’idea migliore su quale scegliere a seconda di quali sono le tue esigenze.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.