Sì, la diffusione della mezza età è reale e pericolosa

author
3 minutes, 30 seconds Read

I segni sono apparsi per la prima volta all’età di 29 anni.

“Ho visto una foto di me stesso in costume da bagno”, dice Arya Sharma. “Ho notato pieghe che non c’erano prima.”

Distroscale

Che avesse messo su un certo peso non era certo una rivelazione. Viveva a Berlino al momento e godendo la sua quota di birra e bratwurst. Così Sharma ha iniziato a camminare di più e ha messo giù i lager.

“Mi piaceva troppo bratwurst per ridurlo”, ammette.

Ma circa 30 anni dopo, ora professore di medicina all’Università di Alberta e direttore scientifico di Obesity Canada, Sharma è fin troppo consapevole dei rischi di ignorare ciò che viene spesso definito con bemusement come “diffusione di mezza età.”

Ci sono 57 comorbidità associate all’obesità, tra cui cancro, diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e demenza. Eppure, come spiega Sharma, ” Invecchiando, la biologia ci prepara per l’aumento di peso.”
Questa è una notizia particolarmente preoccupante per il Canada, dove l’età media si è mantenuta stabile a circa 41 — proprio come i tassi di obesità sono in aumento, in particolare tra quelli di età compresa tra 35-49.
La storia continua qui sotto

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua qui sotto.

L’impatto dell’età sul metabolismo è in parte da biasimare. Dopo 20, il corpo brucia da 10 a 15 calorie in meno ogni giorno. “All’età di 50 anni, potremmo bruciare quasi 400 calorie in meno al giorno. Se stai ancora mangiando la stessa quantità di cibo di quando avevi 20 anni, aumenterai di peso”, dice Sharma.

Gli ormoni sono un altro fattore. Il testosterone, l’ormone sessuale maschile, si traduce in una diminuzione del grasso corporeo; l’estrogeno, l’ormone sessuale femminile, impedisce anche l’aumento di peso. Ma entrambi diminuiscono man mano che invecchiamo.

“Gli studi dimostrano che le donne in post-menopausa immagazzinano più grasso”, afferma Sylvia Santosa, professoressa del Dipartimento di Salute, Kinesiologia e Fisiologia applicata della Concordia University. “Vediamo anche che con una diminuzione cronica del testosterone, che si verifica durante l’andropausa o la menopausa maschile, gli uomini hanno anche un aumento del grasso corporeo.”

Gli ormoni dettano anche il fisico di mezza età, con una diminuzione degli estrogeni che porta le donne ad aumentare di peso intorno ai fianchi e alle cosce, e una diminuzione del testosterone che induce gli uomini ad aumentare di peso intorno alle loro pance.

La terapia ormonale sostitutiva può aiutare a prevenire l’aumento di peso associato alla mezza età, afferma Santosa, ma rimane controversa a causa di possibili collegamenti con le malattie cardiovascolari.

Le donne hanno maggiori probabilità di aumentare di peso per tutta la vita a causa delle fluttuazioni ormonali. “Non ho ancora perso il peso che ho guadagnato durante la mia seconda gravidanza. Mia figlia ora ha due anni”, dice Santosa.

La storia continua qui sotto

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua qui sotto.

Monitorare il nostro peso può aiutarci a mantenere il nostro peso, “o almeno non guadagnare troppo”, afferma Santosa. Tenere un diario alimentare può anche essere utile.

Esercizio da solo raramente si traduce in perdita di peso. “Hai bisogno della componente dietetica”, dice.

Ma Sharma mette in guardia contro le diete, qualsiasi dieta. “Ai corpi piace ingrassare, ma a loro non piace perderlo”, dice. “Una dieta funziona solo se ci rimani per il resto della tua vita. Questo è difficile poiché la maggior parte delle diete sono restrittive.”

Sharma ritiene che le misure comportamentali, i farmaci e, in alcuni casi, la chirurgia bariatrica siano i più efficaci nel trattamento a lungo termine dell’obesità.

Anche i governi sono sul caso. L’anno scorso, il Canada ha vietato i transfats industriali, rendendo illegale per i produttori aggiungere oli PHOs — parzialmente idrogenati — agli alimenti venduti qui. Un documento politico chiamato Let’s Get Moving è stato anche progettato per far muovere di più i canadesi; solo il 18% degli adulti canadesi soddisfa le linee guida sull’attività fisica di 150 minuti di attività da moderata a vigorosa ogni settimana.

Ancora di più è necessario, dice Sharma. Anche se la recente ristampa della Canada Food Guide offre un piano per un’alimentazione sana, ad esempio, non affronta l’obesità. E il governo ancora non riconosce l’obesità come una malattia cronica.

“Ciò aumenterebbe l’accesso alla terapia comportamentale e ai farmaci per l’obesità”, dice. “La maggior parte dei piani sanitari non copre quelle cose.”

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.