The Aficionados Guide to Le Marche Wines

author
2 minutes, 53 seconds Read

Andando controcorrente

Quando si cerca una destinazione per gli amanti del vino, l’Italia ha molte opzioni da offrire. Molti consiglieranno Chianti, Toscana, Umbria, ecc.

Tuttavia, queste destinazioni tradizionali non sono le uniche che potrebbero farti esplodere con un’incredibile qualità del vino.

I vini marchigiani si sono sviluppati negli ultimi anni per puntare sulla qualità rispetto alla quantità. Molte riserve speciali formulate qui sono una grande aggiunta a qualsiasi collezione di vini o ad una buona cena.

Ci sono molti vini marchigiani di alta qualità e costosi. Alcuni vini marchigiani non sopportano i viaggi, quindi sono un trattamento speciale in più disponibile solo tra i vigneti di alta gamma.

Vini delle Marche

I viaggiatori meritano di sapere che ci sono più fantastiche destinazioni per gli amanti del vino in Italia. I luoghi tradizionali sono incantevoli. Tuttavia, Le Marche sono attualmente un posto meno conosciuto per la grande qualità.

Prima di assaggiare i vini delle Marche, ci sono alcune uve e tipi di vino da conoscere.

Bottiglie di Verdicchio, vini delle Marche
Foto di Paolo13041983 a Wikimedia Commons, CCA-SA 4.0

Ci sono anche molti per gli amanti del vino con un budget inferiore. Il paesaggio non è solo bello ma supporta un clima e un terreno perfetti per la coltivazione dell’uva e la produzione di vino.

Provare il vino della casa, o vino della casa, è un’opzione sicura ed economica in bar, ristoranti e vigneti specifici.

Di seguito riportiamo alcune informazioni utili su questi deliziosi vini marchigiani.

Uve dei Vini Marchigiani

Il Vitigno Verdicchio

Gli amanti del vino sanno che non si può parlare di questa regione senza evidenziare l’uva che lascia il posto al vino più conosciuto della regione.

Tradizionalmente, Verdicchio ha sempre avuto successo nel mercato commerciale. Tuttavia, questo vino è stato perfezionato nel corso degli anni ed è ora uno dei migliori vini bianchi secchi d’Italia.

Alcuni Verdicchio sono DOC. Le loro riserve e alcune altre hanno la DOCG (superiore alla DOC).

Il Verdicchio di Matelica e il Verdicchio dei Castelli di Jesi sono i due principali vini bianchi che hanno la DOC mentre le riserve hanno la DOCG. Quest’ultimo è prodotto nella cittadina di Verdicchio ed è il più conosciuto.

Vini Rossi

I due bianchi citati prima sono forse i più noti delle Marche ma non fatevi ingannare: c’è anche una grande varietà di rossi.

La Vernaccia di Serrapetrona ha ottenuto la certificazione DOCG ed è una specialità della regione. È tipicamente un vino da dessert con un gusto più dolce. Tuttavia, è disponibile anche una versione a secco.

Un’altra Vernaccia è la Vernaccia di Pergola, prodotta ad Urbino. Dalla zona di Pesaro proviene il Sangiovese dei Colli Pesaresi mentre il Colli Maceratesi Rosso proviene da Macerata.

Dal centro delle Marche, ci sono Lacrima di Morro d’Alba ed Esino Rosso. Tutti i suddetti hanno ottenuto il sigillo DOC.

L’uva Montepulciano

Ulteriori rossi includono quelli prodotti intorno alla penisola del Conero, utilizzando l’uva Montepulciano. Qui si producono il Conero e il Rosso Conero.

Le loro riserve hanno ricevuto le certificazioni DOCG e DOC. Utilizzando le stesse uve in abbinamento al Sangiovese si ottiene il Rosso Piceno e il Rosso Piceno Superiore.

Entrambi prodotti nel sud delle Marche, e che hanno anche una varietà DOC.

Vini Bianchi

I bianchi principali sono quelli del vitigno Verdicchio. Tuttavia, ci sono più vini certificati DOC delle Marche che meritano sicuramente una prova.

La zona centrale produce i Colli Maceratesi e l’Esino Bianco. A sud si producono Pecorino Offida, Passerina e Falerio mentre a nord si trovano i vigneti dei Colli Pesaresi Bianco e del Bianchello del Metauro.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.